Riguardo all'attualità politica, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Erica Mazzetti, esponente quota Forza Italia.

Come commenta il dibattito Draghi-Regioni?

"Credo che siamo davanti ad un normale confronto di idee e soluzioni da intraprendere fra Regioni e Governo. In un momento come questo di grave crisi economica per il Nostro Paese dove vi è la necessità ovvia di voler riaprire le attività il prima possibile, ad oggi ci si confronta ognuno con le proprie idee ed i propri punti di vista. Ognuno può avere punti di partenza diversi, ma l'arrivo è per tutti lo stesso : far ripartire l'economia italiana e migliorare la condizione di vita di lavoratori ed imprese. Il Governo Draghi sta lavorando, grazie all'impegno diretto del Nostro Ministro Mariastella Gelmini, ad un dialogo proficuo e costruttivo con i Governatori. Mi pare di tutta evidenza che la collaborazione sia migliorata e che le scelte siano sempre più frutto di una profonda concertazione Stato-Regioni. E' finita finalmente l'era delle chiacchiere e della politica-show del duo Conte- Casalino".

Per quali ragioni, a suo giudizio, il numero di vaccinazioni è sempre, a fine giornata, troppo esiguo?

"Non sono d'accordo. Direi che si può fare sicuramente meglio, ma da quando c'è il Governo Draghi è cambiato tutto. In meglio. Intanto è bene sottolineare che da quando ha preso in mano la gestione della Campagna vaccinale nazionale, il Generale Francesco Paolo Figliuolo insieme al nuovo Capo Dipartimento della Protezione Civile Curcio sono arrivate risposte concrete. I numeri sulle vaccinazioni sono chiari. Stiamo lavorando sempre più per arrivare a quota 300.000 iniezioni al giorno! Infine cito le parole di oggi pomeriggio del Generale Figliuolo: "Ammonta a 1,5 milioni di dosi Pfizer la prima consegna di vaccini del mese di aprile, che entro la giornata di domani raggiungeranno le Regioni", ed ancora "Si tratta in assoluto del lotto di vaccini più consistente consegnato dall’inizio della campagna, di cui beneficeranno in modo particolare i soggetti più vulnerabili". Siamo davanti ad una vera e propria accelerazione delle somministrazioni! Così come annunciato sin dalla nascita di questo Esecutivo, siamo nati per salvare il Paese e questo obiettivo raggiungeremo per il bene della salute di tutti i cittadini. Nessuno vuole perdere altro tempo. Stiamo impegnando ogni sforzo per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati".

Come commenta l’intervento dell’ex premier Conte, nell’ultima assemblea dei 5 Stelle?

"Mi pare proprio il caso di dire che "La montagna ha partorito il topolino"...sembrava che l'arrivo dell'ex Premier Giuseppe Conte dovesse risolvere tutti i problemi dei 5 stelle , mi pare invece il Suo un intervento banale farcito di mille promesse dove ancora si parla di voto digitale, di un nuovo statuto di una nuova carta dei principi e dei valori insomma ancora siamo davanti ad un libro dei sogni ed a un elenco di promesse tutte da verificare. Se Conte si muoverà da Leader di Partito come da Premier beh...i pentastellati mi viene da dire possono stare "sereni". La realtà è che Conte deve rimettere insieme un movimento dilaniato al suo interno , pieno di correnti . Un partito nato per essere diverso da tutti e finito impelagato nelle piccole beghe di cortile , tipiche invece dei peggiori partiti del nostro Paese".

Sezione: Esclusive / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 13:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print