Il 9 giugno 1937 i due attivisti Carlo e Nello Rosselli vennero uccisi in Francia, a Bagnoles-de-l'Orne. I due erano politici, giornalisti e attivisti dell'antifascismo italiano. Il 9 giugno, appunto, vennero sequestrati e uccisi da una squadra militanti dell'organizzazione di estrema destra francese Cagoule, guidati da Jean Filliol. Tra i mandanti dell’omicidio pare ci fosse tra gli altri Santo Emanuele, tenente colonnello dei Carabinieri e capo della sezione controspionaggio, assieme al generale Mario Roatta, al colonnello Paolo Angioy e al maggiore dei Carabinieri Roberto Navale, presumibilmente con la tacita approvazione del ministro degli Esteri Galeazzo Ciano e del suo capo di gabinetto Filippo Anfuso. I fratelli Rosselli furono sepolti nel cimitero monumentale parigino di Père-Lachaise, ma nel 1951 i familiari riportarono le salme in Italia a Trespiano, comune di Firenze.

Sezione: RicorDATE? / Data: Mar 09 giugno 2020 alle 08:00
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print