In merito all'impatto del Covid sulla Lombardia (regione più dilaniata dalla prima ondata), la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Elena Carnevali, deputata quota Pd.

La Lombardia è stata la regione più colpita dal Covid in occasione della prima ondata. Oggi, a distanza di sette mesi, il quadro è mutato?

"Oggi siamo più in grado di tracciare, fare test e curare. Logico è che chi ha le redini della regione deve prendere atto del fatto che la situazione di oggi non è tanto differente rispetto a febbraio/marzo: ci sono tanti pazienti a domicilio che vanno adeguatamente assistiti e curati".

Per quanto riguarda invece la situazione generale in Italia?

"I numeri ci dicono che non possiamo più permetterci di sbagliare. Bisogna avere un ruolo ancora più considerevole e ancora più impattante. Dobbiamo investire maggiormente sul sostenimento delle aziende ospedaliere".

Gli elevati contagi di oggi sono dati dalle eccessive riaperture in estate?

"Non condivido con il fatto che ci sia stata un'eccessiva sottovalutazione dell'emergenza Covid. Il governo ha fatto la sua parte, con il ministro Speranza che ha costantemente riferito in aula. Il Cura Italia, il Dl Rilancio e il Dl Agosto sono stati, inoltre, tre manovre rapide e importanti. I punti deboli stanno altrove. Per esempio ci sono regioni che non hanno risposto in maniera tempestiva rispetto alle risorse stanziate".

Sezione: Esclusive / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 15:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print