Il processo di ricostruzione economica vede esposto in prima linea il Partito Democratico, che - mediante Nicola Zingaretti - ha avanzato la necessità di procedere con un cambio di passo forte e deciso. Riguardo a ciò, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Raffaele Topo, deputato dem.

Al termine degli Stati generali è necessario guardare con decisione al processo di ricostruzione economica del paese. Quali soluzioni avanzate come Pd?

"Adesso occorre agire con misure acceleratorie della spesa. La gestione della Fase 1 è stata gestita bene con la collaborazione dei cittadini italiani: abbiamo assunto provvedimenti a tutela della salute e nel contempo a sostegno della liquidità con anticipo rispetto a gli altri stati europei. Ora il grande tema è legato alla ripresa. Grazie al nostro lavoro in Europa, con Recovery Fund , programma SURE e le restanti misure comunitarie otterremo un'importante quantità di risorse per investimenti, indispensabili per sostenere famiglie, lavoratori ed imprese. Queste risorse si aggiungono a quelle nazionali di 25 e 55 miliardi, stanziate rispettivamente di Dl Cura e Rilancio. Una grande sfida che dovrà essere preceduta da una imponente opere di semplificazione delle procedure di spesa".

In Campania vi presenterete nell'ambito di una coalizione a sostegno del governatore uscente, De Luca, che esclude i 5 Stelle.

"Noi siamo sempre stati aperti nel sostenere la necessità di formare una coalizione in linea con quella che sostiene il governo nazionale anche sui territori. Purtroppo in alcuni casi, come in Campania, non è stato possibile. In ogni caso non si tratta del primo appuntamento elettorale: ci sarà tempo e modo di convergere nella medesima alleanza in futuro. In ogni caso non vi saranno, a mio avviso, ripercussioni sulla tenuta del governo nazionale"

Sezione: Esclusive / Data: Ven 26 giugno 2020 alle 10:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print