Riguardo all'attualità politica, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Maria Teresa Bellucci, deputata quota Fratelli d'Italia.

Come commenta la discussione, protrattasi, sul Recovery Fund?

"Sono passati circa sei mesi dal giorno in cui Conte e tutta la maggioranza esultavano per l'accordo raggiunto sul Recovery Fund. Il Presidente del Consiglio è stato dipinto da Palazzo Chigi e dalle forze politiche che lo sostengono come il vincitore indiscusso della trattativa europea, mancavano solo le petizioni per intitolargli qualche piazza o una statua con tanto di corona d'alloro in testa. A un semestre di distanza nulla è stato ancora formalizzato se non delle bozze, invero assai raffazzonate, che poco o nulla hanno a che fare con un vero piano di rilancio. Allo stato attuale la bozza del PNRR è solo un minestrone pieno zeppo di dichiarazioni d'intenti prive di coperture coerenti con gli obiettivi in esso elencati. Il Recovery Plan è diventato l'oggetto del contendere di una diatriba politica tutta interna alla maggioranza, sembra sempre più confusa e priva di idee che non siano quelle che hanno portato a dilapidare in bonus e operazioni di breve respiro i miliardi frutto degli scostamenti di bilancio. Parlo dell'insufficienza delle risorse dedicate alla sanità, un settore che negli ultimi anni ha subito così tanti tagli da presentarsi fragile al cospetto della pandemia, oppure allo spreco che risponde alla voce di Italia cashless".

Tra le misure centrali figura il cashback natalizio...

"Il fallimento del cashback natalizio avrebbe dovuto portare il governo a più miti consigli e, invece, nell'ultima versione del piano di ripresa e resilienza italiano troviamo una spesa, pari a 4,75 miliardi di euro, destinata proprio alla promozione degli e-payments. Una cifra spropositata soprattutto visto che parliamo di denaro a debito, ossia di una somma che dovrà essere restituita all'UE e che, in ragione di ciò, dovrebbe essere utilizzata per produrre un valore aggiunto, non certo l'ennesimo bonus fine a sé stesso. In queste ore vedremo cosa è stato prodotto a Palazzo Chigi e se, tra un litigio e l'altro, sono riusciti a trarre una sintesi che sia minimante sensata".

L'Europa pare aver manifestato qualche remora...

"Le risorse europee non sono un regalo anzi, sono il larga parte prestiti onerosi e in quanto tali è assurdo spenderli in provvedimenti incapaci di ricompensare quanto dovrà essere rimborsato. Il timone di questa Nazione è sempre più in mano a comandante improvvisato e un equipaggio che non sa che rotta seguire".

Renzi-Conte, bagarre giunta al suo atto finale. Quali sono le sue previsioni?

"Renzi e Conte stanno facendo versare fiumi d'inchiostro ai media per una lotta intestina che la dice lunga sull'assenza di visione di questo esecutivo. Un dibattito assurdo dietro al quale si celano solo operazioni di piccolo cabotaggio, tutto il contrario di ciò che serve a questa Nazione per poter fronteggiare adeguatamente la pandemia da COVID-19 e far ripartire l’economia. I rossogialli sono il risultato di un esperimento politico degno di Frankestein, un'accozzaglia politica frutto di uno scellerato “patto delle potrone” i cui limiti operativi sono sotto gli occhi di tutti. L'Italia sta attraversando il periodo più difficile dal secondo dopoguerra e questo esecutivo si è già dimostrato non all'altezza della sfida di questo tempo. Conte deve andare a casa poiché ha fallito su tutto, ormai è una certezza. L'Italia sta soffrendo più di tutti gli effetti diretti e indiretti della pandemia, abbiamo oltre 78.000 decessi e la crisi economica non mancherà di mostrare le sue drammatiche ricadute sociali. Gli attacchi più o meno simulati da Renzi non porteranno certo alle urne, sia lui che i grillini ne uscirebbero devastati dal confronto con le scelte di voto degli italiani. L’Italia è l'unica realtà in cui le elezioni vengono evitate a tutti i costi e dove l'utile a pochi sembra dover per forza di cose prevalere sull'interesse nazionale. Per Fratelli d'Italia la strada maestra è solo una: il voto".

Sezione: Esclusive / Data: Mar 12 gennaio 2021 alle 10:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print