L'assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, commentando l'arresto di un 38enne a Milano per apologia e istigazione all'adesione all'Isis, ha ringraziato "il dipartimento antiterrorismo della Procura di Milano, guidato dal pm Alberto Nobili, e dai pm Piero Basilone e Leonardo Lesti, che ha saputo intervenire tempestivamente per fermare sul nascere un predicatore d'odio".  

"Fa davvero rabbrividire - aggiunge l'assessore - leggere che l'arrestato esaltava i morti a causa del Coronavirus. Ancora una volta al centro dell'islamizzazione violenta c'è un luogo di culto abusivo: quello di via Carissimi a Milano, gestito dall'associazione Al Nur. Si tratta di una delle tante moschee abusive presenti nel capoluogo lombardo. Chiediamo, anche alla luce di quanto emerso oggi, la chiusura immediata di tutti i centri islamici abusivi che, come confermano le indagini, sono luoghi al di fuori di ogni controllo anche da parte delle stesse associazioni". 

"Si rivela sempre decisivo per la sicurezza dei cittadini - conclude De Corato - il grande lavoro di intelligence svolto dai carabinieri del Ros". 
 

Sezione: Politica locale / Data: Mer 08 luglio 2020 alle 18:40
Autore: Camilla Galvan
Vedi letture
Print