La variante delta è ormai dominante nel Lazio. Lo testimonia il report Seresmi-Spallanzani uscito in queste ore. Queste le parole dell'assessore regionale alla salute, Alessio D'Amato: "Nell’ultimo report del Seresmi-Spallanzani la variante Delta risulta in notevole incremento e rappresenta l’80,8% dei casi snella nostra regione, mentre la variante Alfa è all’11,2 alfa e la Gamma è all’8%. Sono stati sequenziati tutti i tamponi positivi. L’età mediana dei casi è 24 anni. La circolazione sul territorio regionale mostra che la variante Delta è presente in tutte le Asl con una progressiva diffusione sull’intero il territorio. Il 92,7% dei casi è non vaccinato o vaccinato con una sola dose. Si conferma l’importanza di vaccinarsi e completare il percorso vaccinale. In autunno questa sarà la pandemia dei non vaccinati".

Sezione: Politica locale / Data: Gio 29 luglio 2021 alle 19:43
Autore: Redazione Lazio
vedi letture
Print