Il Movimento 5 Stelle è da inizio legislatura la forza politica più vicina al premier Giuseppe Conte, in precedenza già vicino agli ambienti pentastellati.

In un quadro in cui l'attuale Presidente del Consiglio, singolarmente, varrebbe il 14% è lecito pensare concretamente al fatto che l'M5S sia giunto ad un bivio: o caldeggiare per una sua leadership oppure prendere un'altra via.

In merito a ciò e ad altre questioni, la redazione di PoliticaNews.it ha intervistato in esclusiva Giuseppe Buompane, deputato pentastellato.

Come giudica lo sblocco di graduatorie e assunzioni straordinarie da parte del Comando Generale della Guardia di Finanza?

"Dopo mesi di lavoro, finalmente il Comando Generale della Guardia di Finanza ha avviato la procedura per l’incorporamento dei candidati idonei non vincitori iscritti nelle graduatorie finali di merito dei concorsi per allievi finanzieri indetti negli anni 2018 e 2019. Negli ultimi mesi ho presentato interrogazioni ed emendamenti, sperando di poter realizzare il sogno di tanti ragazzi, ai quali oggi rivolgo i miei auguri".

Renzi si è esposto molto duramente, ritenendo privo di prospettiva un paese che apre prima le discoteche delle università: cosa si sente di rispondere a chi vi muove questa tipologia di critica?

"Rispondo che il nostro obiettivo è non lasciar indietro nessuno, men che meno gli operatori del mondo dello spettacolo e del divertimento giovanile in generale. Abbiamo atteso il protocollo che regolamenterà il distanziamento sociale, è arrivato ed ora diamo l'opportunità a tutti di riaprire le proprie attività. Queste polemiche sterili non servono al Paese.".

Ritiene sia concretamente possibile un percorso politico comune insieme al Partito Democratico anche dopo il 2023? A livello amministrativo e nazionale.

"Laddove i nostri iscritti decideranno per il sì a possibili alleanze locali e se si creeranno le condizioni per un percorso, allora si potrà pensare a convergere su nomi comuni. Al momento siamo totalmente concentrati sul rilancio del Paese, abbiamo davanti sfide difficili: l'unico orizzonte possibile è uscire insieme da questa crisi".

Accettereste di sostenere una maggioranza, che possa comprendere al suo interno - direttamente o indirettamente - Forza Italia?

"Una maggioranza già c'è ed è solida e concentrata su obiettivi comuni. In questa fase, come ha dichiarato il Presidente Mattarella, c'è bisogno di condivisione e unità per affrontare un periodo che sarà complicato per tutti. Auspichiamo un contributo positivo da tutte le forze politiche".

Come avete accolto la crescita nei consensi esponenziale del premier Conte? Valutereste la possibilità di farlo convergere formalmente al vostro interno, con un ruolo di primo piano?

"Il Presidente del Consiglio sta facendo un grande lavoro sia in Italia che a livello internazionale. Gli attacchi che subisce quotidianamente derivano in gran parte dal fatto che è stato indicato come premier dal nostro movimento politico. A lui va tutto il sostegno del MoVimento 5 Stelle".

Sezione: Esclusive / Data: Ven 12 giugno 2020 alle 13:30
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print