Ho deciso di non ricandidarmi in Parlamento. Sebbene il mio nome sia attualmente tra quelli inviati al Partito nazionale per una ricandidatura, ho deciso di interrompere la mia esperienza a Roma. Ho avuto la straordinaria opportunità di servire il Paese come Senatore della Repubblica ed ho cercato di farlo nel miglior modo possibile. Mi sono battuto per portare a casa alcuni risultati che hanno certamente impreziosito il mio impegno in Parlamento, in particolare su autismo e mobilità sostenibile. Ci sono stati anche dei momenti di difficoltà, che credo di aver interpretato comunque nel rispetto del dettato costituzionale: “con disciplina e onore. Il mio impegno politico non si ferma. Deciderò insieme alla mia famiglia e insieme alla comunità Dem con quale ruolo. Lo farò mettendo a disposizione l’esperienza maturata in 10 anni da Sindaco e in 5 da senatore. Nei giorni che ci sono davanti, tuttavia, credo che tutti noi abbiamo il dovere di impegnarci perché le idee e le proposte del PD possano essere comprese dagli italiani che il 25 settembre saranno chiamati a scegliere per il futuro dell’Italia”. Lo scrive sui social Eugenio Comincini, senatore del Pd.

Sezione: Politica social / Data: Dom 07 agosto 2022 alle 12:30
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print