"Noi non siamo in guerra, stiamo solo aiutando l'Ucraina a non essere invasa. L'obiettivo finale deve essere quello di raggiungere la pace, sostenendo tutte le iniziative favorevoli al dialogo tra le due parti a cominciare dall'azione che può svolgere per esempio l'Aiea, per far sì che la centrale di Zaporizhzhia diventi un'area neutrale e non un luogo di combattimenti". Lo ha detto all'ANSA il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, a margine della Conferenza sui Balcani occidentali a Trieste.   "Poi dobbiamo continuare a favorire i corridoi alimentari, altrimenti rischiamo di vedere tensioni sociali in Africa, e anche per esempio in Egitto. Dobbiamo quindi favorire l'azione della Turchia che  è riuscita a mettere seduti attorno al tavolo ucraini e russi per l'esportazione del frumento. Non è facile - ha concluso il ministro - ma vogliamo si arrivi a una pace giusta che significa libertà e indipendenza per l'Ucraina".

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 24 gennaio 2023 alle 11:00
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print