“La Lega respinge ogni benché minima ipotesi di aumento del canone Rai e di far pagare una quota anche per i dispositivi che sono in grado di trasmettere i canali della tv pubblica. Quanto dichiarato da Fuortes in Commissione di Vigilanza non ci trova in alcun modo d’accordo, soprattutto alla luce dell’attuale servizio offerto ai cittadini dalla Rai che andrebbe opportunamente rinnovato. Al contrario, ci saremmo aspettati un piano per la razionalizzazione delle spese ed il risanamento del bilancio aziendale che fosse rivolto ad esempio alla vendita degli immobili inutilizzati e ad una seria politica di valorizzazione delle risorse umane. Occorre agire con interventi dediti al risparmio e al contenimento dei costi, di certo non prendendo altri soldi dalle tasche dei cittadini”.

Lo dichiarano in una nota i senatori della Lega in commissione Vigilanza Rai: Giorgio Maria Bergesio, Umberto Fusco, Simona Pergreffi.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 13 ottobre 2021 alle 14:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print