“Ogni giorno assistiamo a tentativi di mettere in discussione il percorso congressuale delineato dal segretario. Oggi addirittura si avanzano dubbi sulla necessità di fare le primarie, lo strumento attraverso il quale abbiamo fondato il Pd e abbiamo allargato utilmente la partecipazione a tutta la nostra comunità democratica. Il nostro Statuto ha regole ben precise, con un percorso che già adesso prevede il coinvolgimento di tutta la nostra comunità durante un periodo di 5 mesi". Così il senatore del Pd Alessandro Alfieri. "Certamente adeguato per riflettere e discutere in profondità sul ruolo del nostro partito nella società, su ciò che non ha funzionato e sulle battaglie che dovremo fare. Abbiamo un anno impegnativo davanti, in cui dovremo costruire un’opposizione efficace in parlamento e radicata nel Paese; così come dovremo prepararci per le nuove sfide, a partire dalle elezioni regionali nel Lazio e in Lombardia. "Mettiamo da parte tattiche dilatorie, magari travestite da nobili propositi di approfondire e riflettere, e concentriamoci nel costruire subito un percorso che garantisca la più ampia partecipazione della comunità democratica a definire le scelte future del nostro partito”, conclude Alfieri. 

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 05 ottobre 2022 alle 12:00
Autore: Redazione Milano
vedi letture
Print