"Oggi in commissione Lavoro alla Camera il governo ha risposto alla mia interrogazione sulla condizione dei farmacisti dipendenti iscritti a Enpaf, confermando i dati sulla contribuzione dai quali emerge chiaramente come il carico contributivo sia troppo oneroso per questi lavoratori, specie se confrontato con i benefici concessi dall'ente. Il governo ci indica la strada dell'intervento normativo e noi allora la perseguiremo in Parlamento, a sostegno degli oltre 10mila farmacisti che lo chiedono a gran voce. Una norma del 1946 non può rispondere efficacemente a un contesto sociale e di mercato completamente trasformato, serve una riforma che tuteli al contempo le professionalità, i redditi dei farmacisti dipendenti e l'accessibilità alle prestazioni previdenziali. Lavoreremo per costruirla con tutti i soggetti interessati".
 
Lo dichiara la vice capogruppo del Pd, Chiara Gribaudo, a margine dell'interrogazione in commissione Lavoro alla Camera.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 17 giugno 2020 alle 18:40
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print