“Come le targhe alterne, i dirigenti del Pd si alternano e avventurano nell’analisi del sangue di Forza Italia. Un giorno lo fa Goffredo Bettini, oggi tocca ad Andrea Orlando. L’obiettivo è lo stesso: provare a blandire nostri parlamentari nella disperata corsa a trovare “costruttori” di maggioranze sgangherate. Agli interessati analisti del Pd ripetiamo un concetto facile facile: Forza Italia non ha nulla in comune con le sinistre, abbiamo valori e progetti diversi e non sosterremo mai un governo delle sinistre marchiato dal giustizialismo e l’incompetenza dei 5stelle. Nella speranza che almeno domani, domenica, i “sirenetti” del Pd si prendano un giorno di riposo”. Lo dichiara in una nota Giorgio Mule’, deputato di FI e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato.

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 16 gennaio 2021 alle 13:15
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print