“Nel corso dell’audizione di ieri in Vigilanza Rai, l’amministratore delegato Salini non ha risposto alle domande e sollecitazioni avanzate sul futuro dell’azienda e sulle scelte strategiche da compiere. Per questo ho depositato 5 quesiti scritti in merito” lo dichiara la senatrice Valeria Fedeli capogruppo in commissione di Vigilanza Rai. “E’ infatti urgente che Viale Mazzini spieghi quali investimenti intende fare per realizzare i processi di digitalizzazione e innovazione previsti anche dal NGEU e quale ruolo intenda assumere nella creazione della rete unica; in che tempi e in che modo intende intervenire sui divari di genere interni, per garantire parità di condizioni nei percorsi di carriera e contrastare gli stereotipi anche nell’offerta di contenuti e nel linguaggio utilizzato dagli ospiti delle varie trasmissioni; come pensa di garantire la salvaguardia degli interessi e dell’identità dell’azienda rispetto alle continue ospitate di volti noti Mediaset nei programmi Rai senza, peraltro, alcuna reciprocità. Tra gli altri argomenti ho chiesto e chiedo all’ad Salini un’attenzione rispetto alla Scuola di giornalismo di Perugia che da quasi 30 anni rappresenta un importante investimento per la Rai che la Rai dovrebbe valorizzare pensando di attingere, anche per le prime utilizzazioni, al bacino di ex studentesse e studenti. Infine ho rilanciato a Salini la proposta di Amnesty International di ricordare la battaglia per i diritti umani e per la libertà di Patrick Zaki nel corso del Festival di Sanremo esponendo una sagoma dello studente egiziano sulle sedute delle prime file del Teatro Ariston”.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 25 febbraio 2021 alle 20:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print