“Mi auguro che nessuno pensi di dare indennizzi ‘pandemici’ sui mancati incassi ai gestori autostradali prima che non vengano sistemate alcune cose. Nonostante la tragedia di ponte Morandi , le regole non sono cambiate. Il nuovo viadotto è stato ricostruito a tempo record ma è gestito ancora dal Comune di Genova. Una situazione che mostra come gli enti locali suppliscano alla mancanza di gestione dello Stato e dei suoi ministeri. Dobbiamo garantire l’incolumità e la sicurezza di persone e merci sulle tratte autostradali. La revisione delle concessioni è stata un'occasione persa dagli ultimi governi. Bisogna creare discipline simili al sistema aeroportuale in cui enti pubblici sovrintendono alla sicurezza. Ma bisogna agire e in fretta. Quello che viene fuori dalle intercettazioni sul crollo del ponte Morandi è triste. Bisogna prendere una decisione prima di una sentenza definitiva, che potrebbe arrivare tra un decennio. Una cosa che fa più male alle vittime rispetto ai colpevoli. Non è una questione di statalismo o liberismo, chiedo solo di utilizzare il buonsenso”.

Lo dice in una nota il deputato della Lega Edoardo Rixi, componente della Commissione Trasporti e responsabile nazionale Infrastrutture, nel corso dell’audizione in commissione del Comitato ricordo vittime del Ponte Morandi.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 16:20
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print