“Lavoriamo ogni giorno per migliorare la nostra attività di monitoraggio e ci sarebbe di aiuto la possibilità di avvalerci maggiormente delle prerogative e delle strutture di Camera e Senato, anche per rafforzare l’indirizzo parlamentare della Commissione, che deve necessariamente seguire l’evoluzione della missione della Cassa: il potenziamento di un organo istituito più di un secolo fa è prioritario, alla luce, lo ripeto, del ruolo che Cdp oggi svolge nel sistema produttivo e istituzionale italiano”. Così, in una nota, il deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza del partito azzurro e presidente della Commissione di vigilanza su Cassa depositi e prestiti, intervistato da ‘Iltempo.it’. “Molto importante in quest’ottica – ha aggiunto – è l’audizione del 20 luglio dei nuovi vertici di Cdp, il Presidente Gorno Tempini e l’Ad Scannapieco, per comprendere se è come CDP affronterà  le sfide che attendono il Paese in questa delicata e decisiva fase di ripartenza. Se il lavoro svolto in questo anno abbondante dalla commissione da me presieduta è soddisfacente, quello che si potrà fare in prospettiva sarà entusiasmante: si tratta, infatti, di disegnare insieme l’Italia del futuro, garantendo solide basi per i prossimi 30 anni. Siamo soddisfatti del supporto dato finora da Cdp al Paese in un momento di grandissima difficoltà e siamo fiduciosi che in futuro si possa fare sempre meglio, anche attraverso l’utilizzo di “Patrimonio Rilancio” che, è bene sempre ricordare, prevede l’utilizzo di risorse pubbliche e non di risparmio postale. Sono certo – ha concluso Giacomoni – che Cdp saprà affrontare con competenza e professionalità le sfide che attendono il Paese per la sua ripartenza, a partire dall’ambiziosa realizzazione del PNRR. La Commissione ovviamente continuerà a vigilare affinché i risparmi postali siano investiti nel migliore dei modi, sia per i risparmiatori, che per dare il giusto supporto al nostro sistema produttivo".

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 21 luglio 2021 alle 18:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print