“Gli emendamenti presentati dal Movimento 5 Stelle hanno sicuramente migliorato la  Strategia Farm to Fork, approvata oggi dal Parlamento europeo. Siamo molto soddisfatti perché la nostra visione della declinazione del Green New Deal in chiave agro-alimentare e della salute è diventata la linea del Parlamento europeo. Dalla tutela dei lavoratori frontalieri e stagionali, alla valorizzazione dell’agricoltura di qualità e delle nostre eccellenze. È merito nostro se la strategia Farm to Fork si rivolge anche alla pesca che era stata colpevolmente dimenticata nella prima versione del testo: il sistema ittico italiano ed europeo garantisce sicurezza alimentare e nutrizionale e va tutelato in ogni modo. La necessaria conversione dell’agricoltura europea verso il biologico deve essere sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale per agricoltori e consumatori. Per questo invitiamo la Commissione europea a presentare una proposta legislativa che accompagni con risorse adeguate gli agricoltori, specie i piccoli produttori, nella transizione verde. Ancora una volta il Movimento 5 Stelle ha dimostrato di difendere il Made in Italy ottenendo l’indicazione obbligatoria dell’origine degli ingredienti in etichetta e il rafforzamento delle sanzioni contro le frodi e le contraffazioni alimentari, sia nel mercato interno che in ambito di accordi commerciali. Spetta adesso alla Commissione europea presentare anche una proposta sull’etichettatura fronte pacco che sia davvero informativa per i consumatori e tenga conto della specificità dei prodotti DOP e IGP. Dobbiamo mettere da parte i modelli che puntano su produzioni intensive e non sostenibili e puntare senza esitazioni sulla salute animale, l'ambiente, il clima e la biodiversità”, così Daniela Rondinelli, europarlamentare del Movimento 5 Stelle, in una nota.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 20 ottobre 2021 alle 16:30
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print