L'ex presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, ha paragonato la gestione della pandemia da coronavirus da parte dell'attuale capo dello Stato, Jair Bolsonaro, alla bomba atomica sganciata su Hiroshima durante la seconda guerra mondiale. "Se si analizza la situazione attuale, vediamo che abbiamo raggiunto 100 mila morti per il virus, mentre la bomba atomica di Hiroshima ha ucciso 90 mila persone, il signor Bolsonaro quindi è già responsabile di più morti che a Hiroshima", ha detto Lula, condannato per corruzione nell'ambito dell'inchiesta 'Lava Jato'. "Senza far cadere una sola bomba, lui ha sganciato la bomba dell'ignoranza", ha aggiunto il fondatore del Partito dei lavoratori (Pt, di sinistra) a proposito della soglia di 100 mila morti per il Covid-19 raggiunto nel fine settimana in Brasile.

Sezione: Politica estera / Data: Lun 10 agosto 2020 alle 16:50
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print