"Oggi diamo compimento al tema introdotto venerdì scorso, e diamo atto di quanto dico da settimane, che l'Oms deve dare un quadro chiaro della situazione virus nei diversi Paesi". Lo ha affermato il presidente del Veneto, Luca Zaia, illustrando in conferenza stampa la nuova ordinanza che regola in maniera più restrittiva l'isolamento fiduciario per soggetti provenienti da Paesi esteri. "Non posso non guardare dati e dal primo luglio dicono che abbiamo avuto 28 contagi, un'inezia dal punto di vista epidemiologico, su 5 milioni di veneti. Ma di questi 28, 15 sono di virus importato, o coinvolgono cittadini stranieri. Questo è il vero tema emergente oggi, e non stiamo parlando di razzismo ma di salute pubblica. C'è tutta una letteratura sui contagi transfrontalieri e tra paesi che definiamo all'avanguardia. Il Veneto è quasi indenne, i contagi 'veneti' sono nelle Rsa o microfocolai familiari. Per questo mi sono arrabbiato", ha concluso

Sezione: Politica locale / Data: Lun 06 luglio 2020 alle 14:20
Autore: Rosa Doro
Vedi letture
Print