Susanna Ceccardi, candidata del centrodestra alle prossime elezioni regionali in Toscana, dichiara in una nota: "Il 20 e il 21 settembre i cittadini toscani non dovranno optare tra vecchie ideologie, né tra chi propugna odio e chi dispensa amore. Avranno l'opportunità di scegliere invece tra progresso e immobilismo, tra alternanza e continuità, tra chi vuol far cambiare marcia alla Toscana e chi la vuole ancora con il motore in folle, come è stato in questo ultimo decennio".

Susanna Ceccardi entra poi nei dettagli: "Oltre il 45% della rete ferroviaria è a binario unico e il 37% non è elettrificata, le politiche sui rifiuti hanno portato i toscani a pagare molto più che in molte altre regioni, è aumentato il numero di famiglie in stato di povertà, il Pil regionale resta al di sotto di quello della consorella Emilia-Romagna. Questa è l'incontestabile realtà dei fatti. Non c'è nessuna opa in corso - aggiunge -, tanto meno per distruggere. C'è invece a disposizione dei cittadini della nostra regione un'alternativa di governo, credibile, affidabile, tutta toscana. Alternativa che, dovrebbe saperlo il segretario Zingaretti, rappresenta il sale della democrazia".

Sezione: Politica locale / Data: Ven 14 agosto 2020 alle 23:15
Autore: Ivan Filannino
Vedi letture
Print