Stefania Pezzopane, presidente della provincia de L'Aquila, si scaglia contro Giorgia Meloni per essersi recata in città per "una passerella elettorale" mentre gli incendi flagellano il territorio: "L’Aquila è a ferro e fuoco. Da ieri mani criminali hanno procurato incendi ad Arischia, Collebrincioni, da un’ora circa anche un nuovo focolaio in altra zona a Pettino, sempre attorno all’abitato dell’Aquila. Centinaia di ettari di bosco distrutti dalle fiamme. E la Meloni che fa? Viene oggi a L’Aquila come se nulla fosse, indifferente al fatto che canadair, protezione civile, esercito e forze dell’ordine fossero da ore impegnate in una battaglia difficile contro il fuoco distruttivo. Mentre i boschi bruciavano, lei con Marsilio e Biondi in pompa magna davanti all’Emiciclo regionale è venuta a raccontare quanto siano bravi Biondi e Marsilio a spendere soldi, e ad avvisare la Lega di stare zitti e buoni che ora la leader è lei. Nel merito degli enunciati e della insulsa propaganda dell’azione amministrativa del presidente di Regione e del sindaco, ci torneremo nelle prossime ore. Ma ora mi interessa dire che quella di oggi è stata una inutile e cinica passerella fatta mentre L'Aquila brucia. In particolare il presidente della Regione e il sindaco, invece di autoincensarsi, sarebbero dovuti essere a fianco di chi sta cercando di spegnere i fuochi. Non solo, questo evento di stamattina dimostra il cinismo di Meloni Biondi e Marsilio, i quali di fronte ad una tragedia hanno preferito al buon operare la passerella pre elettorale. La guerra che Fratelli d’Italia sta facendo alla Lega si consuma ai danni di città e cittadini. E mentre L'Aquila brucia la Meloni si fa i selfie. Nel frattempo da stamattina sono al lavoro in contatto con Prefettura, VVFF e Protezione Civile perché di faccia ogni cosa per salvare L’Aquila dal fuoco".

Sezione: Politica locale / Data: Sab 01 agosto 2020 alle 11:20
Autore: Redazione Lazio
Vedi letture
Print