"Alla buon’ora, dopo 30 anni di militanza politica, a soli 45 giorni dalle elezioni in cui si candida a governare l’Italia, Giorgia Meloni ha sentito la necessità di prendere le distanze dal fascismo e dalle leggi razziali. Nonostante quella fiamma tricolore, pensata da nostalgici della Repubblica di Salò, che ancora campeggia nel simbolo del suo partito. Ma è il futuro che propone che ci preoccupa. Dio patria e famiglia -naturale chiaramente- quell’idea di società autoritaria e illiberale che condivide con il suo amico Orban e l’estrema destra spagnola. Nemici dei diritti e della libertà delle donne, che vogliono possibilmente a casa a fare figli, perché prima di tutto sono madri". Lo scrive su Facebook Cecilia D'Elia, responsabile Parità di genere nella segreteria del Pd. 

Sezione: Politica social / Data: Gio 11 agosto 2022 alle 13:00
Autore: Veronica Mandalà / Twitter: @very_mandi
vedi letture
Print