Il sindaco di Codogno, Francesco Passerini, ha accolto così il Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

"Per me e per tutta Codogno è un onore poterla accogliere, presidente Mattarella: la ringrazio per aver accettato l'invito. Quel fatidico 21 febbraio il prefetto mi telefonò, dicendomi che c'era il primo caso di Coronavirus: ebbi subito voglia di iniziare a muovermi.

Subito abbiamo reagito alla notizia: abbiamo capito che dovevamo aiutarci e sostenerci l'un l'altro.

Per i primi 15 giorni tutti hanno guardato a noi come modello: volevamo che il nostro sforzo fosse salvifico per gli altri.

Tuttavia il virus era diffuso da tempo.

Oggi abbiamo la speranza di superare le condizioni di allora: oggi, il 21 febbraio, è stata decisa dal nostro Consiglio Comunale giornata in memoria delle vittime del Covid.

Costantemente abbiamo seguito le indicazioni.

Per noi è un onore averla qui oggi".

Sezione: Politica locale / Data: Mar 02 giugno 2020 alle 12:01
Autore: Luca Cavallero
Vedi letture
Print