"Qualsiasi nuovo ostacolo alla stabilizzazione dei docenti crea business, per cui capisco pressioni in tal senso. Il problema è che se davvero vogliamo gli insegnanti in cattedra almeno il prossimo settembre dopo anni in "caduta libera", non ci sono i tempi per ulteriori prove che peraltro non aggiungerebbero nulla di significativo». Lo afferma il senatore Mario Pittoni, responsabile del Dipartimento Scuola della Lega e vicepresidente della commissione Cultura al Senato. «Abbiamo le liste - spiega - per coprire 60.000 posti vacanti e disponibili già finanziati. Altrettanti si possono ottenere  investendo un miliardo sul potenziamento dell'organico di diritto, andando a risolvere storiche criticità in particolare - conclude Pittoni - nel sostegno a ragazzi con difficoltà».

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 11 maggio 2021 alle 20:50
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print