“C’è nel nostro Paese una discriminazione per il diritto al lavoro dei disabili che va sanata. Il Parlamento ha la possibilità di farlo durante l'esame del Piano nazionale di rinascita e resilienza. C’è un appello delle associazioni che si occupano dell’inserimento lavorativo dei disabili che va accolto. Gli oltre 900 firmatari chiedono l'inserimento nella Missione inclusione e coesione della bozza del Piano, per cui sono stanziati 21,28 mld di euro, di una linea di finanziamento specifica di 500 milioni denominata 'Inclusione e accompagnamento lavorativo delle persone con disabilità’. Ho già presentato una interrogazione parlamentare in merito e confido che su questo tema, che è un tema di civiltà, non ci si divida fra maggioranza e opposizione. E considero su questo indispensabile l’alleanza della politica con la società civile. C’è un ricchissimo patrimonio di conoscenza delle associazioni del Terzo Settore con cui collaborare per evitare il rischio di interventi dall’alto che poi si rivelano inefficaci, il che aggiungerebbe al danno che già oggi queste persone patiscono la beffa di aver fatto finta di rispondere alle loro esigenze”. Lo dichiara Maurizio Lupi, presidente di Noi con l’Italia.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 20 gennaio 2021 alle 17:40
Autore: Alessandra Stefanelli
Vedi letture
Print