“Il Dl sostegni ter approvato dal Governo rappresenta un primo passo per aiutare i settori più colpiti dalla pandemia. Occorre, tuttavia, maggiore coraggio per prevenire il rischio di una crisi occupazionale che avrebbe ripercussioni drammatiche sulla ripresa. In tal senso, la previsione della cosiddetta cig scontata, senza cioè l’obbligo di versare il contributo addizionale, per categorie come hotel, agenzie di viaggio, ristoranti, bar e musei, appare una misura insufficiente. Come UGL, pertanto, chiediamo la proroga della cassa integrazione almeno per altre 13 settimane fino al 31 marzo 2022, ovvero sino alla fine dello stato di emergenza. E’ fondamentale, dunque, approvare un emendamento al Milleproroghe che preveda un finanziamento pari a 150 milioni di euro necessario a erogare ammortizzatori sociali adeguati ai lavoratori del turismo e della ristorazione”. Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito alla proroga della cassa integrazione per i settori più colpiti dalla pandemia.

Sezione: Economia / Data: Mer 26 gennaio 2022 alle 00:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print