Il presidente dell'Antimafia, Nicola Morra, commenta l'arresto del figlio del boss Badalamenti: "Chi ricorda la storia di Peppino Impastato, sa quanto Peppino abbia dissacrato 'Zio Tano", il capomafia di Cinisi cui era legato da vincoli di parentela cui riservava comunque un trattamento dissacratorio e sarcastico per cui pagò con la vita. Oggi si ha notizia dell'arresto del figlio. Per traffico internazionale di stupefacenti. Se riuscissimo a recuperare l'intelligenza e la passione antimafia di Peppino, gelosamente custoditeci da Mamma Felicia e da Giovanni, fratello di Peppino, non solo a Cinisi, ma in tutt'Italia gli uomini di Cosa Nostra sarebbero più nervosi...Intanto però Leonardo Badalamenti dovrà rispondere di reati gravissimi. E questa è una notizia che farebbe piacere anche a Peppino". 

Sezione: Economia / Data: Mer 05 agosto 2020 alle 10:20 / Fonte: Ansa
Autore: Roberto Tortora
Vedi letture
Print