Daniele Ognibene, consigliere regionale del Lazio di Liberi e Uguali, ha commentanto così le dimissioni di Zingaretti da segretario del Partito Democratico: "Va detto subito: quello che ha fatto Nicola Zingaretti non è un gesto scontato o una liturgia vuota, ma è un’azione politica di grande coraggio e dignità. Le sue dimissioni da Segretario del PD, annunciate con un post durissimo, sono riuscite a scuotere tutto il centrosinistra italiano. Troppo spesso abbiamo sentito parole altisonanti e vuote, enunciazioni di principi e voli inutilmente pindarici. Il Paese reale invece si muove in direzioni che la politica di centrosinistra non riesce neanche più ad immaginare e cogliere. Per questo le parole di Zingaretti sono così potenti e scuotono la coscienza di chi si sente parte di una storia collettiva, troppo spesso tradita. In molti, tra cui il sottoscritto, nel 2016 hanno deciso di allontanarsi dal PD per entrare in nuove formazioni. Lo abbiamo fatto perché sentivamo che le nostre idee e la nostra politica, fatta da tutte le persone che negli anni ci hanno sostenuto, in quel momento erano state irrimediabilmente compromesse. Abbiamo sentito ciò che Zingaretti ha ribadito nelle sue dimissioni: manca da troppo una sinistra che parli e affronti i problemi reali del paese. E questo suo richiamo al dialogo è un’occasione che non possiamo sprecare. Due anni fa abbiamo sostenuto Zingaretti nel suo cammino verso la segreteria del PD, aderendo a “Piazza Grande”, un contenitore largo e plurale. Quell’idea di campo largo, riformista e di sinistra, sembra ancora più urgente oggi. Non so cosa farà ora Zingaretti, ma è certo che quello che ha fatto è stato un atto di amore verso tutta la sinistra italiana. E a noi sta non sprecare l’occasione".

Sezione: Politica locale / Data: Ven 05 marzo 2021 alle 13:30
Autore: Redazione Lazio
Vedi letture
Print