E' bagarre nelle forze di centrosinistra a Napoli in vista delle prossime elezioni amministrative. 

"Il segretario del PD metropolitano è inaffidabile. Ora ci muoveremo in autonomia è chiaro a tutti che senza un sostegno regionale il Comune sarebbe consegnato alla paralisi amministrativa". Così Fulvio Bonavitacola vice di De Luca alla Regione si scaglia contro Marco Sarracino segretario del PD dopo la riunione delle forze del centrosinistra. "Riteniamo che il futuro di Napoli si debba decidere a Napoli non sulla base di giochi politici domani. Negli anni passati il mosto di presunzione, supponenza e inconcludenza mostrato dal PD ha portato a risultati disastrosi ed ha lasciato nella più totale precarietà le istituzioni cittadine, ma evidentemente le esperienze del passato non hanno insegnato nulla. Noi ci muoveremo in coerenza e in piena autonomia". Applaude l'area Dema, Laura Bismuto consigliera comunale eletta con De Magistris dice: "Non condivido quasi mai la linea del.PD napoletano: attacchi pretestuosi mancanza di autonomia determinazione nel rifiutare ogni confronto con la nostra candidata (Alessandra Clemente). Tuttavia sono sorpresa positivamente dalle posizioni di Sarracino che mette in campo un minimo di coraggio. Se è vero che non deve decidere Roma è altrettanto vero che il nome del futuro sindaco di Napoli non lo faremo certamente calate da Salerno". Tutto questo accadeva prima delle dimissioni di Zingaretti da segretario nazionale del PD e da quel momento parte un altra storia (n.d.r.).

Sezione: Politica locale / Data: Ven 05 marzo 2021 alle 10:00
Autore: Giovanni Spinazzola
Vedi letture
Print