"Non si fa politica con i veti, specie ad personam". A dirlo è Bruno Tabacci, sottosegretario alla presidenza del Consiglio e cofondatore con Luigi Di Maio di Impegno civico. Intervistato da Qn, aggiunge che i veti sono sbagliati "a maggior ragione se si tratta di chi ha sostenuto lealmente il governo dal primo all' ultimo giorno e addirittura ne è protagonista". Il riferimento è a Luigi Di Maio. "Non si può dire mi piace il governo Draghi e disprezzare il suo ministro degli Esteri - dichiara Tabacci -. Ci possono essere divergenze, ma la politica impone la ricerca di mediazioni". In sintesi, "serve rispetto tra tutti". Il sottosegretario è sempre stato un estimatore del premier Mario Draghi. Ecco perché lo rivuole a Palazzo Chigi. 

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 05 agosto 2022 alle 10:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print