“Mi pare evidente che, purtroppo, la deriva autoritaria in corso non si arresti e quindi dovremo trovare il modo di fermarla con altri sistemi”. Lo ha dichiarato in un’intervista a iNews24 la senatrice di Alternativa c’è, Bianca Laura Granato, che ha poi proseguito: “La campagna vaccinale non si fonda su alcun dato scientifico e continuando così Draghi ci porterà ad una guerra civile”. Sull’obbligo di esibire il certificato verde, Granato ha successivamente spiegato: “Intanto si può valutare un ricorso alla Corte Costituzionale, e poi sicuramente la disobbedienza civile dei cittadini può fare il resto” . L’ex pentastellata ha aggiunto: “Capisco che possano sembrare parole pesanti, ma d’altronde lo sono anche le misure messe in campo, che sono a dir poco sproporzionate rispetto ai benefici di questi vaccini che fanno circolare comunque il virus anche con le terze dosi appena fatte. A questo punto mi pare evidente come non ci sia nessuna volontà di uscire da questa emergenza sanitaria, anzi probabilmente devo desumere che questa emergenza  venga portata avanti ad arte”. Sull’introduzione del Super Green Pass, Granato ha poi dichiarato: “Mi auguro che non venga mai esteso all’Aula, perché altrimenti sarà precluso a me e a tanti altri colleghi l’accesso in parlamento. Io personalmente non ho nessuna intenzione di vaccinarmi con questo prodotto e posso garantire che, qualora dovesse essermi preclusa la possibilità di entrare in Aula, allora ci saranno delle conseguenze e ce la vedremo in Corte costituzionale”. Sull’autorizzazione dell’Ema all’estensione del vaccino per la fascia tra i 5 e 11 anni Granato ha poi concluso: “È una decisione estremamente grave perché prelude a ulteriori strette di questo tipo. Penso che di questo passo scoppierà veramente una guerra civile, perché i genitori non sono disposti ad ottemperare a una richiesta del genere”

Sezione: Politica italiana / Data: Sab 27 novembre 2021 alle 21:00
Autore: Redazione PN
vedi letture
Print