"L'impatto in termini di decessi e letti occupati è nettamente inferiore rispetto a quello della Delta, ma la circolazione è importante, interessa tutte le Regioni e tutte le fasce di età. Anche per questo è importante usare tutte le armi per prevenire le morti, cioè vaccini e farmaci antivirali, che ultimamente si usano di più".  Così il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, parla dell'andamento dell'epidemia da Covid in un'intervista a La Repubblica. Secondo Locatelli, l'Italia si sta avviando verso una endemizzazione del Covid. Ma avverte: "stiamo attenti a non sottovalutare questa fase. Il virus può continuare a fare male". In autunno partirà una nuova campagna vaccinale, "la offrirei, oltre ai fragili, a chi ha dai 60 anni in su - spiega -. Da quell'età c'è un maggiore rischio di sviluppare una malattia grave". Anche in una fase di alta circolazione del virus e in presenza di molti contagi, secondo Locatelli non è necessario reintrodurre alcuni obblighi come quello delle mascherine in ambiti diversi dai trasporti. "No e ne sono profondamente convinto. Lo ha detto anche il ministro Roberto Speranza. Ora deve entrare in gioco la responsabilità individuale - sottolinea -. Le mascherine vanno usate quando ci sono rischi di contagio". 

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 27 giugno 2022 alle 09:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print