I miei 90 anni? “Per festeggiare avrei voluto organizzare una grande cena con tutte le persone con cui ho lavorato, spero di poterla fare a giugno, magari all’aperto. Ringrazio di esser in buona salute, la mente funziona bene per fortuna”. L'ex premier, ministro, senatore Lamberto Dini, a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, è stato intervistato per i suoi 90 anni, che compie proprio oggi. “Sono stato un privilegiato, ho servito una grande istituzione istituzionale come il fondo monetario, e poi la banca italiana, il governo...tutto è stato davvero un grande privilegio”. La chiamano ancora Lambertow? “Si, il che non mi dispiace”. Perché qualcuno quando era in politica la chiamava ‘rospo’? “Perché l’allora presidente Scalfaro una volta disse ‘dovete ingoiare il rospo’, riferendosi al governo tecnico”. Tra i tanti viaggi che fece per i suoi ruoli istituzionali ce ne fu una Cuba davvero particolare. “Si, quando ero li, con mia moglie, una volta il presidente Fidel Castro mi disse di andare a mangiare l'aragosta fatta da lui. Noi ci andammo e ci piacque parecchio, era molto buona”. Com'è l'amore a 90 anni? “Il desiderio e la passione non finiscono mai. Oggi entrambe le dedico esclusivamente alla famiglia, il che non significa che non mi faccia piacere guardare le belle donne”. C'è stato un grande amore oltre sua moglie? “Ci fu una splendida ragazza di origini capoverdiane che viveva a Firenze. Con lei fu un grandissimo amore, che vissi quando avevo solo 19 anni”. E oggi lei fa ancora l'amore? “Certo, si, finché è possibile”, ha detto Dini a Un Giorno da Pecora.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 01 marzo 2021 alle 17:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print