“Non voteremo la fiducia perché parafrasando indegnamente un grande statista come Bettino Craxi di cui oggi è l’anniversario della morte, la nostra libertà equivale alla nostra vita”. Così Alessandra Gallone, senatrice di Forza Italia durante il dibattito sulle comunicazioni del premier Conte in corso nell’aula del Senato. La senatrice ha attaccato direttamente e più volte il capo del governo: “Un presidente glaciale che parla di empatia, cuore, anima ma dove sta l’anima quando si spediscono cartelle esattoriali a cittadini che non hanno più gli occhi per piangere? O quando ci sono interi comparti in ginocchio per distribuire i ristori?”.

E ha aggiunto: “Oggi viene in aula come un camaleonte, snocciolando punti di programma dicendo ‘Dobbiamo fare, dobbiamo fare…” come se fosse all’inizio del mandato e con una faccia tosta inquietante e sostenendo un altro governo Frankenstein, come un imbonitore da tv privata e senza accennare minimamente agli errori fatti, Come se non fosse proprio lei il fallimento del paese, lei ha distrutto un paese e chiede di ricostruirlo, no grazie, chieda scusa e vada via”.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 19 gennaio 2021 alle 14:15
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print