"Abbiamo apprezzato che Draghi ci abbia convocati subito, ma il giudizio è sospeso. Ogni giorno ascoltiamo lavoratori e lavoratrici che hanno perso la speranza nel futuro, e quindi non riesco ad essere ottimista".

Lo afferma il leader della UIL, Pierpaolo Bombardieri, a La Repubblica.

"Spero che le teorie di Draghi siano quelle del professor Caffè – prosegue -, e non quelle delle politiche di austerità e del patto di stabilità. Rimane aperta la questione dei precari: c’è differenza tra una fabbrica con una forte presenza sindacale e i posti di lavoro dove i lavoratori sono sfruttati. A Bologna abbiamo provveduto noi ai tamponi per i rider" conclude.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 11:10
Autore: Simone Gioia
Vedi letture
Print