La deputata di Italia Viva Maria Chiara Gadda interviene sulla questione smart working e dichiara: "Se il presidente Conte intende prolungare lo smart working fino a fine anno, come forma precauzionale, faccia anche in modo che i servizi della pubblica amministrazione non subiscano ulteriori rallentamenti e tornino pienamente operativi. Occorre sveltire le pratiche negli uffici pubblici, troppo spesso ancora oggi i cittadini, gli imprenditori e le famiglie si sentono rispondere che causa smart working le cose vanno a rilento".

La deputata di Italia Viva poi aggiunge: "Pensiamo anche agli sportelli Inps, rimasti chiusi a lungo e ancora oggi in alcune zone non accessibili. Il presidente Conte e la ministra Dadone avviino delle verifiche per sincerarsi che tutti i servizi al cittadino, anche negli enti locali, possano riprendere a pieno anche con altri sei mesi di smart working".

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 10 luglio 2020 alle 20:30
Autore: Ivan Filannino
Vedi letture
Print