“Aderisco all’appello dell’istituto di cultura, ricerca e formazione Mercatus che, sul modello di quanto avviene da tempo negli Usa, propone ad esponenti della politica italiana, parlamentari in primis, un patto liberale: non votare alcun provvedimento o norma che comporti aumenti di tasse per i cittadini italiani”. Lo ha annunciato il deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del coordinamento di presidenza del partito azzurro, intervenendo al webinar promosso del Sole 24 Ore 'Quale fisco per il futuro'. “Chiedo a tutti i partecipanti a questo convegno – ha aggiunto – di sottoscrivere questo patto perché l’obiettivo della riforma fiscale deve essere oltre alla semplificazione anche quello della riduzione della pressione fiscale, evitando, ovviamente, di inserire nuove tasse”. “Immaginiamo l’Italia – ha continuato l’esponente azzurro – come un veliero in questi anni la sua navigazione è stata lenta a causa di zavorre pazzesche – il debito pubblico, una pressione fiscale opprimente e le regole Ue e di capitani non proprio all’altezza. Improvvisamente è arrivata la tempesta della pandemia da Covid 19, la barca ha cominciato paurosamente a rollare, rischiando di capovolgersi e affondare. Per evitare il peggio è stato innanzitutto sostituito il capitano, dando il comando a uno più esperto, e tolta un po’ di zavorra – le regole Ue sul bilancio. Adesso che la tempesta sta passando e i venti cominciano a soffiare a nostro favore è indispensabile liberarci di altra zavorra – l’oppressione fiscale – per una navigazione più tranquilla e veloce. Anche perché – ha concluso – se ripartirà la crescita, aumenteranno le entrate e si potrà ridurre anche il peso della terza zavorra, quello del debito pubblico”.

Sezione: Politica italiana / Data: Gio 10 giugno 2021 alle 18:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print