"Oggi c'è qualcuno che pensa che ci possiamo staccare dalla Nato, che possiamo diventare un paese non allineato, che possiamo diventare un paese anche fuori dall'Unione Europea. Queste sono cose che non possiamo più mettere in discussione nel momento in cui la storia ci sta chiedendo di nuovo di scegliere da che parte stare. In tempi di pace ci siamo potuti permettere un dibattito anche un poi naif su questi temi, ma se io come ministro degli esteri sono chiamato a difendere i cittadini italiani devo tenere l'Italia saldamente in queste due alleanze". A dichiararlo è stato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervenendo sabato al RinascitaFest a Pomigliano. "Attribuiamo un grande ruolo alla Chiesa e a Papa Francesco perché può rappresentare un importante interlocutore trovare la pace, ed è in una posizione che gli permette di far dialogare entrambe le parti" coinvolte nel conflitto, ha affermato il ministro degli Esteri precisando che le parole del Pontefice "sono fondamentali e ispirano gli sforzi di pace dell'Italia". "Gli sforzi per la pace dell'Italia sono massimi. Abbiamo elaborato anche delle linee guida per cercare di portare al tavolo le due parti e abbiamo sostenuto la Turchia che ha provato a portare le parti al tavolo", ha detto.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 04 luglio 2022 alle 10:00
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print