“Sulle conseguenze occupazionali della crisi aziendale della DCM a Brindisi non ci fermiamo: oggi, abbiamo depositato un ordine del giorno alla Camera per impegnare il Governo a valutare l’opportunità di prorogare gli ammortizzatori sociali per i 74 dipendenti impiegati nell’impresa aerospaziale. Nei giorni scorsi, come si ricorderà, abbiamo scritto al ministro del Lavoro, Andrea Orlando, per sottoporgli la questione che potrebbe avere delle ricadute socio-economiche gravissime per la terra di Brindisi. Nelle more dell’entrata in vigore del DL Crisi d’impresa e giustizia, dobbiamo dare delle risposte ai lavoratori, fortemente preoccupati per il loro futuro. Il trattamento straordinario di integrazione salariale, a cui sono stati ammessi a febbraio 2020, scadrà il prossimo 26 aprile: da questa data, potrebbero non percepire più alcun sussidio. Per questo, stiamo procedendo giorno per giorno per accendere i riflettori sulla crisi DCM e trovare una soluzione: nella fattispecie, stiamo avviando ogni iniziativa utile alla proroga di un ulteriore anno degli ammortizzatori sociali. Ci auguriamo che l’ordine del giorno venga approvato e che si possa concretamente portare a segno, con spirito di unità e collaborazione, un importante risultato per la tenuta sociale del territorio brindisino”. Così, in una nota congiunta, i deputati Mauro D’Attis, commissario regionale di Forza Italia Puglia, e Giovanni Luca Aresta del Movimento 5Stelle.

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 18 ottobre 2021 alle 15:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print