"Se chi dovrebbe vigilare sulla concorrenza europea e sulla vertenza Alitalia, lascia l'Antitrust Ue per andare a lavorare presso uno studio legale che fa consulenza per Lufthansa allora c’è un conflitto d'interessi grande come i cieli d'Europa. E' il caso di Carles Esteva Mosso, Direttore Generale Aggiunto con delega per gli aiuti di Stato che fino a ieri lavorava gomito a gomito con la commissaria Vestager – che vuole imporci una 'compagnia bonsai' con flotta dimezzata, cessione dei nostri slot e personale ridotto. Un negoziato dopato – su cui abbiamo depositato un’interrogazione urgente al ministro per gli Affari Europei e al ministro del Mise Giorgetti - mentre Bruxelles ha già autorizzato la Francia a ricapitalizzare Air France-Klm per 4 miliardi di euro. Il disegno criminoso dell’Europa è chiaro: agevolare la concorrenza tedesca e francese per papparsi il mercato italiano del volo. Il premier Draghi, segua l’appello lanciato oggi sulla stampa da Giorgia Meloni, difenda e valorizzi il patrimonio di Alitalia. Eccellenza unica al mondo nella tradizione aviatoria. L'Italia ha pieno diritto alla sovranità di trasporti e infrastrutture. La magistratura apra un'inchiesta". E' quanto dichiara in una nota Fabio Rampelli, vicepresidente della Camera e deputato di FdI.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 14 aprile 2021 alle 13:00
Autore: Federico Luciani
Vedi letture
Print