La Commissione Europea ha appena siglato un nuovo contratto con l'azienda statunitense Moderna per 300 milioni di dosi di vaccino. Intanto si lavora per il passaporto vaccinale ed entro il 17 marzo dovrebbe essere presentata la prima proposta per introdurre un documento digitale che permetta ad ogni cittadino europeo di dimostrare di essersi sottoposto alla somministrazione del siero. Come spiega il Tg1, questo documento, che potrà essere scaricabile attraverso una app sul cellulare, rispetterà i dati personali. Il garante della privacy, però, è stato chiaro; servirà legge nazionale in Italia.

Sezione: Politica estera / Data: Mar 02 marzo 2021 alle 09:10
Autore: Giovanni Spinazzola
Vedi letture
Print