Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha messo a disposizione 33,68 milioni di euro da erogare attraverso il Fondo per la prevenzione del fenomeno dell’usura - istituito presso il Dipartimento del Tesoro dalla legge 108 del 1996 e operativo dal 1998 - con cui vengono concesse, attraverso Confidi, Associazioni e Fondazioni, garanzie statali per facilitare l’accesso al credito a imprese e cittadini a rischio usura.

Con nuove risorse viene rinforzato uno strumento che sostiene concretamente le reali esigenze di famiglie e imprenditori in difficoltà economica, anche a causa dell’aumento dell’inflazione e dei costi delle materie prime”, dichiara il ministro dell’economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti che aggiunge: “cittadini e imprese potranno infatti contare su garanzie statali per ottenere dal mondo creditizio quella liquidità necessaria a fronteggiare spese crescenti ed evitare così di cadere nella trappola dell’usura e dell’illegalità”.

Il Fondo come ogni anno viene rifinanziato con i proventi delle sanzioni amministrative per le violazioni della normativa antiriciclaggio e valutaria. Le risorse andranno a famiglie e imprese per il tramite di 91 “Enti gestori”: 59 Confidi (consorzi di PMI), che riceveranno circa 23,6 milioni di euro, e 32 Associazioni e Fondazioni impegnate nella lotta all’usura, che ne riceveranno circa 10,1.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 29 novembre 2022 alle 18:10
Autore: Redazione Centrale
vedi letture
Print