“La Lega chiede alla Rai chiarimenti in merito ai contenuti trasmessi dal programma ‘Amore in quarantena’, durante il quale è stata veicolata una sorta di pubblicità per l’utero in affitto. Non è in alcun modo tollerabile che ciò avvenga sulla prima rete della tv pubblica, peraltro promuovendo una pratica che in Italia è vietata per legge. Nel caso specifico, durante la prima puntata del 24 luglio ed in piena fascia protetta si è scelto deliberatamente di trasmettere una testimonianza collegata alla pratica della gravidanza per altri. Riteniamo quindi opportuno conoscere non solo se la direzione di Rai Uno fosse stata messa preventivamente a conoscenza dei contenuti della trasmissione in oggetto, ma anche quali iniziative si intendano assumere al fine di una informazione riparatoria, corretta ed equilibrata”.

Lo dichiara in una nota Simona Pergreffi, senatrice della Lega e componente della commissione Vigilanza Rai, insieme ai colleghi leghisti firmatari dell’interrogazione: Massimiliano Capitanio (capogruppo), Giorgio Maria Bergesio, Dimitri Coin, Umberto Fusco, Elena Maccanti, Leonardo Tarantino.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 28 luglio 2021 alle 16:10
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print