“Salvare le vite in mare è un obbligo morale prima ancora che giuridico. L’intervento di Medici senza Frontiere nel mar mediterraneo colma un vuoto che ancora oggi persiste in Europa. Da tempo chiediamo una cabina di regia a livello europeo per la gestione delle operazioni di ricerca e salvataggio e per i conseguenti ricollocamenti fra tutti gli Stati membri dell’UE. Purtroppo i negoziati per il nuovo patto per l’asilo e la migrazione sono perennemente in stallo a causa dei soliti egoismi, che penalizzano l’Italia, dei Paesi governati dagli alleati o punti di riferimento di Fratelli d’Italia e Lega”, così in una nota Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 14 maggio 2021 alle 16:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
Vedi letture
Print