"Ieri Travaglio alla festa di articolo 1, il partito di Bersani e del ministro Speranza, parlando di Mario Draghi ha detto: 'e' un figlio di papa' che non capisce un c***o'. Applausi dalla platea. Muta e soddisfatta Chiara Geloni che lo intervistava. Siamo abituati alle volgarita', alle offese e agli insulti di quest'ominicchio del giornalismo italiano, ma davvero ieri ha superato il limite della decenza. Perche', mettendo da parte il curriculum di Mario Draghi che non basterebbe neppure un numero del Fatto Quotidiano per contenerlo, 'figlio di papa'' proprio no. Non lo accetto. Mario Draghi ha perso suo padre quando aveva 15 anni, e dopo cinque anni perse anche la madre. E a prendersi cura di lui fu la zia. Le scuse di Travaglio non arriveranno mai, ma una cosa e' leggere le volgarita' sul suo giornale, che e' gia' dura prova di resistenza umana, altra cosa e' ascoltare queste parole dal palco di un partito che sta al governo proprio con Draghi e cio' e' francamente inaccettabile. Per non dire disgustoso. Forse le scuse dovrebbero arrivare proprio da chi siede accanto al presidente del Consiglio". Cosi' su Facebook il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone. 

Sezione: Politica italiana / Data: Lun 26 luglio 2021 alle 13:50
Autore: Federico Luciani
vedi letture
Print