“Il Centro-destra è più unito che mai, non solo sul Quirinale, ma anche nel presentare gli emendamenti alla Delega Fiscale. Abbiamo lavorato insieme per garantire un reale sostegno a famiglie, imprese, autonomi, liberi professionisti e giovani. Gli emendamenti presentati dal Centro-destra hanno un denominatore comune: restituire ai cittadini un fisco che abbandoni definitivamente il principio della progressività e della redistribuzione e che punti realmente alla crescita e allo sviluppo del Paese, alla valorizzazione del Made in Italy, alla patrimonializzazione delle imprese e alla creazione di posti lavoro”. Lo annuncia, in una nota, il deputato di Forza Italia, Sestino Giacomoni, membro del Coordinamento di presidenza del partito azzurro. “Tra gli emendamenti più significativi appena presentati da  Forza Italia- continua – cito quelli indirizzati al definitivo superamento dell’Irap, al mantenimento della flat-tax al 15% per i professionisti e i lavoratori autonomi, al superamento della tassazione su successioni e donazioni, al mantenimento della cedolare secca, al regime forfettario, alla revisione del sistema di riscossione a favore del contribuente e affinché sia efficiente e riduca l’evasione, all’applicazione per quanto riguarda il reddito delle persone fisiche del criterio di cassa (si pago su ciò che ho realmente incassato)”. “Inoltre -prosegue l’esponente azzurro –, le nostre proposte di modifica al testo originario prevedono l’inserimento in Costituzione dello statuto del contribuente per una tutela rafforzata, il sostegno reale alle famiglie con la riduzione strutturale dell’Iva sulle bollette dell’elettricità, la tutela della casa e la scongiura di future patrimoniali, ovvero prevedendo la rateizzazione annuale del pagamento delle tasse e la riduzione, finanche l’abolizione, della ritenuta d’acconto senza aggravi per le casse dello Stato, l’annullamento della riscossione coattiva in assenza di credito. Inoltre sosteniamo i giovani, prevedendo anche il riscatto gratuito della laurea e di introdurre uno specifico criterio direttivo volto a favorire il riconoscimento di incentivi di natura fiscale utili a convogliare il risparmio privato nella patrimonializzazione delle imprese”.

Sezione: Politica italiana / Data: Ven 14 gennaio 2022 alle 15:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print