“Da oggi e per i prossimi mesi potremo finalmente tornare ad occuparci dei problemi degli italiani, invece che di una legge che avrebbe limitato le libertà di parola e di opinione dei cittadini. È finalmente crollato il muro eretto dalla sinistra e si sono liberate le coscienze: con il voto segreto, anche dal centrosinistra sono arrivate espressioni di contrarietà a una legge liberticida che non avrebbe concretamente tutelato chi viene discriminato. Grazie a tutti quelli che hanno sostenuto la “tagliola” proposta oggi in Senato, e grazie a tutti quegli amministratori locali – penso soprattutto al mio Veneto – che con grande impegno hanno portato proposte di delibera contro il DDL Zan nei loro comuni: è grazie a tutti loro che da questo pomeriggio possiamo smettere di occuparci delle crociate liberticide di qualcuno e affrontare i tantissimi problemi di questa nazione e dei suoi cittadini”: così il senatore e coordinatore veneto di Fratelli d’Italia, Luca De Carlo, poco dopo l’approvazione in Senato della “tagliola” sul DDL Zan, proposta dalla stessa FdI e dalla Lega.

Sezione: Politica italiana / Data: Mer 27 ottobre 2021 alle 17:40
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print