"E’ stato firmato il decreto di MISE e MIC recante le disposizioni attuative del ‘Fondo per le piccole e medie imprese creative’ come previsto dalla Legge di Bilancio 2021. Il decreto, nato dalla stretta collaborazione tra MISE e MIC, sblocca 40 milioni e include, per la prima volta, i codici ATECO di moda e artigianato artistico nelle imprese culturali e creative”. Lo rende noto il Sottosegretario alla Cultura e senatrice della Lega Lucia Borgonzoni, che commenta: "Sono molto soddisfatta per questo provvedimento che recepisce la richiesta da me avanzata di includere nelle industrie culturali e creative anche l’artigianato artistico e la moda. Grazie a queste misure, ora potranno accedere ai fondi previsti tutte quelle piccole e medie imprese che costruiscono la base del nostro made in Italy che fino ad oggi erano escluse. È un provvedimento importante per questo mondo che contribuisce in modo fondamentale allo sviluppo economico del nostro paese”. L’obiettivo prioritario del Fondo è di intervenire a supporto delle micro, piccole e medie imprese operanti nel settore creativo, sostenendo l’avvio di nuove imprese, lo sviluppo ed il consolidamento delle imprese costituite, anche tramite la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi, e il sostegno per azioni di promozione e attività di analisi e valutazione.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 30 novembre 2021 alle 09:45
Autore: Christian Pravatà / Twitter: @Christianpravat
vedi letture
Print