"Oggi ho firmato la mia richiesta di rinuncia alla Privacy così come richiesto da Vito Crimi per far sì che possano uscire i nomi di chi in piena emergenza coronavirus, nel ruolo di parlamentare ha avuto il coraggio di fare richiesta del bonus di 600 euro. Da titolare di partita Iva so bene quali sono le difficoltà di questo settore ed ecco perché, nel rispetto di chi ha affrontato questa #pandemia tra mille difficoltà trovo giusto rinunciare alla privacy al fine di non gettare ombre su di me. Il problema non sono i 5 parlamentari ed i loro 3000 euro ma è una questione di etica e di rispetto per chi ha vissuto attimi veramente brutti. Fuori i nomi". Lo scrive Andrea Caso, deputato del MoVimento 5 Stelle, sul suo profilo Fb.

Sezione: Politica italiana / Data: Mar 11 agosto 2020 alle 15:30
Autore: Rosa Doro
Vedi letture
Print